Papà del Gnocco non è solo una maschera buffa da u…

Papà del Gnocco non è solo una maschera buffa da utilizzare il “Venerdì Gnocolar” nell’abbondanza del carnevale… ci ricorda il nostro passato più semplice e povero… e la generosità di chi nel momento del bisogno ha aiutato gli altri.

Era il 1531, e a causa di un’inondazione del fiume Adige e delle scorrerie dei lanzichenecchi, Verona soffrì una terribile carestia. La popolazione, affamata e disperata, andò ad assaltare i fornai di San Zeno per far provviste di grano e di pane.
La tradizione popolare vede in Tomaso Da Vico il fondatore del Baccanal del Gnocco, avendo distribuito a sue spese tra la popolazione viveri di prima necessità e soprattutto gnocchi, non di patate ma di farina e acqua, serviti sulla pietra del gnocco, ancora ben visibile davanti al sagrato della Basilica di San Zeno, l’ultimo venerdì di Carnevale: per rievocare questo personaggio nacque quella che viene considerata la più antica maschera d’Italia e d’Europa di cui si abbiano dei documenti certi.

Seguici su Facebook

Related Posts
Richiesta Info / Prenotazione

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Servizio Desiderato (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Prova che sei umano selezionando l'icona corrispondente a Chiave.

Chat Info